RSS Feed

Tag Archives: Personal

Web Interview 2!

Posted on

An interview by Italian writer Giusy Vitale about my experience as a writer for her website “Il mondo tra le pagine”.

Un’intervista della scrittrice italiana Giusy Vitale per il blog letterario “Il mondo tra le pagine” sulla scelta di dedicami professionalmente alla scrittura e di esordire con “Gli uomini preferiscono le dee”, edito da Rizzoli You Feel. http://ilmondotralepagine.altervista.org/celeste-giampietro-collins-unautrice-dalle-mille-risorse/?doing_wp_cron=1458400158.4516201019287109375000

venus Reynolds

Cupid unfastening the belt of Venus,  Cupido slaccia la cintura di Venere, Joshua Reynolds, oil on canvas, olio su tela, 1788

Advertisements

Web interview!

Posted on

An interview by Italian writer Francesco Grimandi about me and my writing career for his website “Autori sul web”.

Un’intervista per conoscere i miei interessi e la mia attività di scrittrice sul sito “Autori sul web” da parte dello scrittore Francesco Grimandi.

http://autorisulweb.blogspot.it/2016/02/intervista-celeste-giampietro-collins.html

CollinsDEEesec (1)

Men prefer BIG DREAMERS!

Posted on

Per entrare nello spirito di questo post/  To enter into the spirit of this post: Eurythmics, Sweet Dreams.

La sera del 31 dicembre 2014 ero a casa. Era stato uno di quegli anni un po’ così, in cui i ricordi belli, come la nascita di mia figlia, erano offuscati dal pensiero che ci fosse ancora tanto da fare nella mia vita. C’era la neve fuori e ricordo che a ogni fiocco che cadeva la sensazione di amarezza cresceva, come se tutto il bianco che mi circondava, con la sua splendente bellezza, ingigantisse il buio che avevo dentro. Non vedevo vie di fuga da un lavoro in un sistema scolastico piombato nel caos, da una routine familiare impegnativa, dalle mille incombenze quotidiane che ti portano a dormire la sera di un sonno più estenuante della giornata che l’ha preceduto. Ma in tanta oscurità c’era una piccola luce che non si è mai spenta. C’era il mio sogno coltivato da sempre, quando sola davanti a uno schermo intrecciavo storie che nascevano dalla mia fantasia. Erano commedie, con personaggi spumeggianti che si scambiavano battute divertenti e vivevano le loro vicende con la leggerezza che forse non avrò mai. Erano la parte gioiosa di me e mi davano la vita che io mi illudevo di dar loro con i tasti del computer.

I miei personaggi ora sono pronti a spiccare il volo nel mio romanzo “Gli uomini preferiscono le dee”, edito nella collana YouFeel di Rizzoli. Grazie di cuore a tutti coloro che mi hanno sostenuta e ad Alessandra Bazardi, una donna fantastica e intelligente che ha creduto in me e ha fatto diventare il mio sogno realtà. Possa essere il vostro 2016 pieno di ispirazione, felicità e letture gioiose!

Last year, I spent the night of New Year’s Eve at home. There was the snow outside and I thought that 2014, the year of my daughter’s birth, had been a good year, but… How many things were left undone in my life! There was an unsatisfying school job, a family life packed of tasks and sleepless nights. There was a dream too. When all by myself I made up stories in front of my pc. They were always comedies with characters who lived colorful lives and found the happy endings that I have never been able to believe in completely. I gave them life with the letters of my keyboard, but in reality they gave me the energy to keep going.

Now my characters are ready to go out into the world in my Italian novel “Men prefer goddesses”, by Rizzoli. I want to thank all of the people who supported me, with a special thanks to Alessandra Bazardi, the great and intelligent woman who believed in me and made my dream come true. May your 2016 be full of inspiration, happiness and joyful readings!

CollinsDEEesec (1)

Read the rest of this entry

Belly, book and candle

Posted on

belly 10

20150309_100511

Here there are my Dior books and the candles. No belly, but it was too huge to enter into the picture. Qui potete vedere i libri (rigorosamente Dior) e le candele, come da formula magica. Manca il pancione, ma è troppo grande per entrare nella foto.

To enter into the spirit of this post/ Per entrare nello spirito di questo post: Frank Sinatra, Witchcraft.

You did your homework and the test is positive. Congratulations! The magic is about to happen.

A handsome baby boy or a beautiful baby girl is on the way to your home. Full of joy and hope as you are now, maybe even with a touch of nausea that suits perfectly this unforgettable moment, your next thought is “Urrah, for nine months on I will have the perfect excuse to lay down on the couch, staring at my growing tummy and to start eating for two… beginning exactly now!”

Ehi, are you serious? Do you believe what Heidi Klum and Adriana Lima told the newspaper: for all their pregnancy no gym, no stress and just junk food?  Oh yes, sounds so true, but how could it possibly be that they walked the runway practically nude and with no fat two weeks after the birth? Maybe their bodies don’t follow the same rules of ours? Come on, they are icons and they must say a bunch of lies to keep their place in people’s imagination, but we, human women, don’t.

I have an easy plan to stick up for you, happy mothers to be, because not all of you will be being diagnosed with gestational diabetes both the pregnancies (lucky me) and will have to exercise everyday and stay away from sugar to have a safe delivery.

1) Do you want to feel good and calm and not like you are sitting on a time bomb ready to explode? Get up every morning at a reasonable hour (after all you need to rest more than usual) and meditate. There are many tutorial videos about meditation on Internet to get an inspiration. Or just sit in front of a window for at least five minutes, close your eyes and breath, thinking about the little creature who has chosen you to show up in the world.

2) Move, move, move…to keep your weight gain under control and make your endorphines remain in your system. But don’t jump, don’t lift weights and don’t sweat. I followed Dr. Cathy’s program, Educated Pregnancy, and I never regretted it.

3) Select carefully the food that you eat. Remember that your baby’s future health depends on it. Stay away from processed, salty and sweet food, eat vegetables at every meal and substitute your drinks with gallons of still water. And of course, do not drink alcohol and, God forbid!, don’t smoke!

Yes, it isn’t easy, but this plan is made for the happiness of you and your baby. I credit Dr. Cathy, to whom I am eternally grateful, for saying: “Healthy moms=healthy babies.”

D’accordo, avete fatto i compiti e il test è positivo. Congratulazioni! La magia sta per iniziare.

Un bel bambino o una deliziosa bambina giungeranno a casa vostra. Piene di eccitazione e di speranza come siete ora, anche con quel tocco di nausea che è immancabile in questo momento indimenticabile, vi dite subito :”Urrà, ora ho una scusa per smettere di frequentare la palestra! Trascorrerò i nove mesi sdraiata sul divano ad osservare la pancia che cresce e mangerò per due… a cominciare da adesso.”

Ehi, state scherzando? credete davvero a quello che hanno detto Heidi Klum e Adriana Lima ai giornalisti: per tutta la gravidanza solo riposo e cibo a gogò davanti alla TV?  Certo, come no? Sembra così reale, ma come è possibile che due settimane dopo il parto sono già a sfilare in passerella senza abiti e senza un grammo di ciccia? Forse i loro corpi non rispettano le stesse regole che Madre Natura ha imposto ai nostri? Ovviamente stiamo parlando di vere e proprie icone e non dobbiamo stupirci se le suddette raccontano un sacco di frottole, pur di conservare il proprio posto nell’immaginario collettivo, ma noi, donne terrestri, grazie a Dio possiamo permetterci di essere più pratiche.

Così eccovi un facile piano da seguire per preservare la salute e la felicità per voi, future mamme, perché non tutte sarete tanto fortunate da sviluppare il diabete gravidico come me per entrambe le gestazioni (lo so, le fortune tutte a me!) e quindi non avrete l’obbligo di fare attività fisica e stare a dieta per nove mesi.

1) Volete sentirvi calme e riposate e non come se foste sedute su una bomba pronta a scoppiare? Alzattevi ogni mattina a un orario ragionevole (dopotutto avete bisogno di dormire di più adesso) e meditate. Ci sono parecchi tutorial in Internet per trarre un’ispirazione. Oppure limitatevi a sedere di fronte a una finestra per almeno cinque minuti, chiudete gli occhi e respirate, concentrandovi su quella piccola creatura che ha scelto proprio voi come mezzo per presentarsi al mondo.

2) Muovetevi, muovetevi, muovetevi…per mantenere l’aumento di peso sotto controllo e le endorfine in circolo. Ma è vietato saltare, sollevare pesi, sudare. Io ho seguito durante le gravidanze il programma di Dr. Cathy, Educated Pregnancy, e i suoi video su YouTube e non mi sono mai pentita.

3) Selezionate con cura il cibo che mangiate. Ricordate che la salute di vostro figlio dipende soprattutto da questo. State lontane da cibi confezionati, troppo salati e zuccherati, mangiate verdura a ogni pasto e sostituite le varie bevande con litri di acqua naturale. E naturalmente non bevete alcolici e non pensate neppure un secondo di accendervi una sigaretta.

Lo so, non sarà sempre facile, ma lo farete per il bene vostro e del vostro piccolo. Come dice sempre Dr. Cathy, a cui va tutta la mia gratitudine: “Se la mamma sta bene, anche il bimbo gode ottima salute!” Read the rest of this entry

A year after, happier, wiser…tired

Posted on
The view of the roofs of Florence from my terrace

The view of the roofs of Florence from my terrace

My terrace

My terrace!

To enter into the spirit of this post: F. Schubert,  Serenade “Leise Flehen Meine
Lieder”. (Trust me, I worked as a dj for years!)

Steven Adler (former Guns N’Roses drummer) said: Nothing is cooler and more attractive than a big comeback, and that’ll be me… Okay, it won’t be me not exactly, but I am finally back from this big break away from the blog.
It has been more than a year ago since I have posted last. I hope that some of you missed me.  I missed you a lot, but, believe me, my days with two kids under three were so busy that I could not even imagine how to include blogging.
My daughter is one year old now and I remember that my thoughts during the first three months after her birth were: Blogging? Yawn…, I just want to sleep!  When she was four months old, I decided to do what I left undone: cleaning the house, taking long walks enjoying nature, working out with Tracy Anderson’s videos on YouTube (oops…maybe I’d better shut up), thinking: Blogging? Good idea, I will do it later.
Later never came. I went back to work and my new thoughts were: Blogging? Are you joking? With all the stuff that I have to do today!
Two weeks ago a miracle happened. It was the first time after my daughter’s birth that I slept all through the night. I marked the day on the calendar and suddenly I realized that I am a mom (yes!), a working woman (double yes!) and a blogger (sounds strange to me too, after all those diaper changes).
This is like a brand new start for this blog that will become more personal, with more pictures about my life in this beautiful center of Florence packed with art, beauty and elegance. I do not make promises about posting schedule. From now on blogging is an anarchical job and this is my new motto: Yes, we post when we can.
In the meantime, I would like to thank all of you who kept on reading this blog, although I didn’t post anything new for months, commented on the posts and all of you, dear followers, who subscribed.
Maybe I didn’t reply to everyone. Maybe I didn’t reply properly. Forgive me for that. Since now you will have the attention that you deserve.
Meet you here soon!
Per entrare nello spirito del post, mi permetto di suggerire l’ascolto di F. Schubert, Serenade “Leise Flehen Meine Lieder” (Fidatevi, non sono stata dj per niente!!!)

Steven Adler (ex batterista dei Guns N’Roses) l’ha detto: Niente è più fico di un grande ritorno e io lo farò…Okay, io non lo farò, ma eccomi finalmente qui, dopo una lunga assenza dovuta al viaggio sul pianeta delle mamme dei neonati.
E’ stato più di un anno fa che ho pubblicato l’ultimo post. Spero di esservi mancata, perché a me siete mancati moltissimo, ma, credetemi, nelle mie giornate alle prese con due pargoletti sotto i tre anni non c’era affatto spazio per le mie velleità in rete.
Lasciato alle spalle il primo compleanno di mia figlia,  mi sono ricordata che i primi tre mesi dopo la sua nascita i miei pensieri erano: Il blog? Yawn…sbadiglio. Io voglio soltanto un letto per dormire. Quando ha compiuto quattro mesi, ho deciso di riprendere ciò che avevo messo da parte; faccende di casa, passeggiate nel verde, allenamenti casalinghi con i video a sbafo di Tracy Anderson su YouTube (oops…forse questo era meglio non scriverlo), pensando : Il blog? Certo, me ne occuperò dopo. Il problema è che il “dopo” non arrivava mai. Poi sono tornata a lavorare e i miei nuovi pensieri erano: Il blog? Scherzi? Con tutto ciò che ho da fare oggi!
Fino a due settimane fa, quando è accaduto ciò che considero un vero miracolo. Mia figlia mi ha fatto dormire per una notte intera. Naturalmente ho segnato la data sul calendario e all’improvviso mi è venuto in mente che io sono una mamma (ccerto!), una donna che lavora (stracccerto!) e una blogger (vale ancora dopo tutti quei cambi di pannolino?)
In questo nuovo inizio, preparatevi ad alcuni cambi di programma. Ci saranno più foto personali, perché dopotutto sono in quello scrigno di arte, bellezza ed eleganza che è il centro di Firenze e non ci saranno più promesse che non posso mantenere, come postare a scadenze fisse. D’ora in poi postare diventa un’attività anarchica e la mia nuova parola d’ordine sarà: posto quando posso.
Nel frattempo vorrei ringraziare tutti voi che avete continuato a leggere il blog, nonostante non sia stato aggiornato da mesi, che avete commentato i miei post e le amabili personcine che si sono iscritte. Forse non ho risposto a ognuno come avrei dovuto. Perdonatemi. D’ora innanzi contate sulla mia totale attenzione.
Ci vediamo presto, proprio qui!

The happiest post ever

Posted on

baby 2

IMG_20140219_162408

The birth bouquet

Dear readers, you have certainly seen that I slowed down posting new articles in the last few months.
It was not caused by an impromptu attack of laziness, but I was very busy with the highest task that a girl can assume: giving life.
In a cold day of February the stork rang my doorbell and brought me a beautiful baby girl.
Needless to express the bliss and fulfilment that this little bundle of joy provides to me.
Being a mother of two, I just would like to share some tricks and tips in the next posts to experience a happy pregnancy and a happier postnatal time.
For now I leave you with a sentence by Oprah…my goodness, this pregnancy must have me softened deeply if I follow tv celebrities’ mindset.
“The more you praise and celebrate your life, the more there is in life to celebrate.”
Oprah Winfrey

Cari lettori, avrete di certo notato che negli ultimi mesi ho aggiornato raramente il blog.
Ciò è accaduto non perché sia stata colta da un improvviso attacco di pigrizia, ma perché ero impegnata in un compito di alta responsabilità. Diciamolo pure, stavo svolgendo l’incarico più importante che una ragazza può assumere nel corso della sua esistenza: stavo donando la vita.
In una fredda giornata di febbraio, la cicogna ha suonato al campanello di casa e mi ha portato una bellissima bambina.
Sarebbe scontato esprimere a parole la felicità e la contentezza che questo fagottino pieno di gioia mi ha regalato, così, essendo ormai mamma di due pargoletti, mi limiterò a cogliere l’occasione per dare qualche dritta nei prossimi post su come vivere al meglio la dolce attesa e il periodo successivo alla nascita.
Per ora vi lascio con una frase beneaugurante di Oprah…d’accordo, questa gravidanza mi ha rincitrullito un pochino, se mi viene voglia di diffondere il pensiero delle star della tv americana.
“Più lodate e festeggiate la vostra vita, più ci sarà da festeggiare nella vostra vita.”
Oprah Winfrey

Tea for one

Posted on

I must warn you. This is no ordinary post celebrating St.Valentine’s day.  If you feel romantic
and ready to tie the knot with your perfect match the following may not be adapted for you.
Love is much more than roses, red hearts and chocolate. Love is the most powerful thing in the world.
Without it, we probably wouldn’t get out of bed in the morning. The best thing is that you don’t need
to meet Mr. or Ms. Right to experience it. Your love could be expressed via everything that gives you
a thrill and if you are lacking of inspiration, do not worry, because the most important relationship
you’ll ever have is with yourself.
In the case you feel alone on the 14th while the rest of the world is kissing and smooching in front of your eyes,
you should look at yourself in a mirror with your chin up, chest out, make a big smile. Try to remember at least
one thing that makes you proud of yourself.
Mine is that even in the middle of a storm, I never loose my peace of mind. It’s like having a yoga teacher in your
soul who reminds you of taking everything easy and I confess: it’s great!
This is my personal gift for you today: a virtual tour in one of the most romantic place of
the world: Tiffany’s New York. The aim of the shopping mission was the necklace with the blue heart that now
it is safely in my house.
Happy St. Valentine!

Un piccolo avvertimento prima di cominciare. Questo non è il solito post per celebrare San Valentino,
quindi se vi sentite particolarmente sentimentali
o state progettando grandi cose con la vostra dolce metà, magari dovreste leggere altro.
Poichè l’amore è molto di più di rose, cuori rossi e cioccolatini. E’ una forza irresistibile che smuove il
mondo, senza il quale sarebbe impossibile trovare la forza di alzarsi dal letto la mattina.
Il bello è che non c’è bisogno di avere al proprio fianco l’anima gemella per essere innamorati.
Si può amare qualsiasi cosa ci emozioni e, se siamo a corto di ispirazione, possiamo indirizzare
i nostri sentimenti verso noi stessi, sapendo che la relazione più importante della nostra vita è proprio
quella che coltiviamo con il nostro sè.
Quindi, miei cari, se vi sentite soli o piuttosto scocciati perchè il resto del mondo si sbaciucchia
sotto il vostro naso, non preoccupatevi, ma piazzatevi davanti allo specchio. Testa alta, petto in fuori,
rivolgetevi un enorme sorriso e cercate di ricordare almeno un elemento della vostra personalità
che vi rende orgogliosi di voi.
Vi rivelo il mio: restare tranquilla anche nel bel mezzo di una tempesta, come se avessi
un maestro di yoga in testa che mi avverte quando darmi una calmata. Confesso che è una
cosa che mi piace parecchio.
Questo è il mio regalino per voi, adatto alla ricorrenza: un tour virtuale in uno dei posti più romantici
del pianeta: il negozio Tiffany’s di New York. Vi mostro anche il risultato della missione di shopping:
una catenina con un cuore turchese che ora è al sicuro sul mio comodino.
Buona festa!

20130831_095435
20130830_175745(1)

20130831_101027

20130831_101144

20130831_101157

20140206_143603