RSS Feed

Tag Archives: Journalism

Fashion confessions on a dance floor

Posted on

madonna_-_confessions_on_a_dance_floor

To enter into the spirit of this post / Per entrare nello spirito del post:  Madonna, Hung up.

Few other decades signify colour and boldness to a fashionista than 80’s.  Science fiction movies as “Blade Runner” and “Dune” inspired designer Thierry Mugler’s futuristic lines, Ralph Lauren invented the “preppy look,” and Calvin Klein revolutionized the world of advertising with a scandalous jeans campaign featuring Brooke Shields.  Complete these memories with disco balls and the fitness craze and you have a deep nostalgia for an extravagantly magical time when dresses were absolutely tight or oversized, makeup was innovative and hair was bigger than life.

For the full article about Vintage Selection, the market-fair for vintage clothing, accessories, that I wrote for the Italian daily newspaper’s site,  Repubblica.it, clic here.

Poche altre decadi sono state audaci e colorate come gli anni Ottanta. Film di fantascienza come “Blade Runner” e “Dune” hanno ispirato le linee futuristiche dello stilista Thierry Mugler, Ralph Lauren ha inventato il look preppy e Calvin Klein ha rivoluzionato il mondo della pubblicità insieme a Brooke Shields che indossava i suoi jeans in uno spot che ha fatto gridare allo scandalo. Se a questi elementi aggiungiamo l’onnipresente sfera stroboscopica e l’ossessione per l’aerobica, otteniamo il ricordo nostalgico di un periodo magico e stravagante in cui i vestiti erano troppo attillati o addirittura oversize, si sperimentava con il makeup e il volume delle acconciature era una questione di vitale importanza.

Per l’articolo completo su Vintage Selection, la fiera fiorentina di abiti ed accessori vintage, che ho scritto per Repubblica.it, cliccate qui.

Advertisements

Fashion is fun in the children’s world

Posted on

foto-pitti-bimbo-84

To enter into the spirit of this post / Per entrare nello spirito del post:  Boomfunk MC’s, Freestyler.

“When we were children we all played dressed-up and everybody had a good time. So why stop?” once said Iris Apfel, the 95 years old fashion icon. Considering her experience and prestige, we have all the reasons to trust her…

For the full article about Pitti Bimbo 84 that I wrote for the Italian daily newspaper’s site,  Repubblica.it, clic here.

“Quando eravamo bambini ci vestivamo da grandi e ci piaceva un sacco. Perché dovremmo smettere?” ha detto una volta Iris Apfel, l’icona della moda di soli 95 anni. Considerando la sua esperienza e il suo prestigio, non c’è ragione di non crederle…

Per l’articolo completo su Pitti Bimbo 84, che ho scritto per Repubblica.it, cliccate qui.

The return to the era of glitz and glam

Posted on

sala-bianca-1

To enter into the spirit of this post / Per entrare nello spirito del post:  Amanda Jenssen, Our time.

 

This season signals the return to the origins of glitz and glam of Made in Italy with the Italian designer Stefano Ricci, whose models will grace the runway in the magnificent Sala Bianca, the “white hall” in the Palazzo Pitti, where the Bel Paese’s first fashion shows took place in 1952.  This is only one of the remarkable events of the semi-annual ‘Pitti Immagine’ fashion trade fairs, held in Florence during the month of January 2017.

For the full article that I wrote for the Italian daily newspaper’s site,  Repubblica.it, clic here.

Questa stagione segna il ritorno dell’era del glamour con la presentazione della collezione uomo di abbigliamento e accessori dello stilista Stefano Ricci nella magnifica Sala Bianca di Palazzo Pitti, dove furono organizzate le sfilate del nascente Made in Italy dal 1952. Questo è solo uno dei tanti eventi di Pitti Immagine, la fiera semestrale di moda che si tiene nella Fortezza da Basso di Firenze nel gennaio 2017.

Per l’articolo completo, che ho scritto per Repubblica.it, cliccate qui.

Fashion’s Past and Future in Florence

Posted on

To enter into the spirit of this post / Per entrare nello spirito del post: Jack White, Love is Blindness

pittiFilati foto

For the lovers of the classics the 28th edition of Vintage Selection, the market-fair for vintage clothing, accessories and design objects, will open its doors from 29 June to 1 July.  Held in Florence at the beautiful Fortezza da Basso, it will be the venue for a true festival of vintage culture that offers opportunities for shopping and entertainment for the admirers of garments and accessories from the past.  It is also a research laboratory and an immense archive that gives designers a wealth of creative inspirations.  At the same time at the Fortezza da Basso, distant from the retro atmosphere of Vintage Selection, international buyers and designers will find inspiration for the lifestyle trends of the future at Pitti Immagine Filati.  A total of 140 brands are expected at this 79th edition, that will feature previews of world-scale excellence in yarns for the 2017/2018 fall-winter season.

For the full article, that I wrote in English for the Italian daily newspaper, La Repubblica, clic here.

For the first press release clic here.

Per chi non sa resistere al fascino dei classici la 28esima edizione di Vintage Selection, mostra-mercato per la moda e l’oggettistica vintage, va in scena dal 29 giugno al 1 luglio a Firenze. Vero e proprio festival della cultura vintage, per la prima volta organizzato nella suggestiva Fortezza da Basso, offre ai visitatori, collezionisti e appassionati, l’opportunità di fare shopping e di divertirsi accompagnati dalla musica di Radio Toscana. Negli stessi giorni alla Fortezza da Basso, un po’ distante dalle atmosfere rétro del Vintage Selection, arriva Pitti Immagine Filati, salone internazionale di riferimento del settore dei filati per maglieria e osservatorio per le tendenze del futuro. A questa 79esima edizione sono attesi 140 brand, che presenteranno le anteprime delle migliori collezioni di filati per maglieria per l’autunno-inverno 2017-2018.

Per l’articolo completo, che ho scritto in inglese per La Repubblica, cliccate qui.

Per l’articolo originale cliccate qui.

Big names of fashion in Florence

Posted on

To enter into the spirit of this post / Per entrare nello spirito del post: Hurts, Happiness

karl fashion photo

“Fashion is not only about clothes, it’s about all kinds of change”, Karl Lagerfeld once said and it is a quote that summarizes the philosophy of Pitti Immagine, the semi-annual fashion trade fairs that promote new talents and new ideas in the world of fashion.    The iconic creative director of Chanel is expected in town, with the exhibition “Visions of Fashion”, a retrospective of his career in photography that includes never-before-seen photographs at Palazzo Pitti in Florence on 14 June.  Designers, models and buyers from all over the world will gather in the captivating city of Florence during Pitti Uomo 90 (14-17 June), Pitti Bimbo 83 (23-25 June) and Pitti Filati 79 (29 June-1 July).

For the full article, that I wrote in English for the Italian daily newspaper, La Repubblica, clic here.

“La moda non riguarda solo gli abiti, ma è prima di tutto l’arte del cambiamento.” Karl Lagerfeld involontariamente sintetizza con queste parole lo spirito della fiera che si tiene due volte l’anno a Firenze e che è ormai un punto di riferimento per i giovani talenti e per le nuove tendenze nel mondo della moda.  Il direttore creativo della maison Chanel è l’ospite più atteso al Pitti Immagine per l’inaugurazione il 14 giugno a Palazzo Pitti della mostra fotografica “Visions of Fashion”. Stilisti, modelli, compratori e appassionati da tutto il mondo si riuniranno nella città toscana in occasione di Pitti Uomo (dal 14 al 17 giugno), Pitti Bimbo (23-25 giugno) e Pitti Filati (29 giugno-1 luglio).

Per l’articolo completo, che ho scritto in inglese per La Repubblica, cliccate qui.

 

Festival of Writers in Florence

Posted on

To enter into the spirit of this post / Per entrare nello spirito del post: Sergei Rachmaninoff, Piano Concerto n. 2

von rezzori immaginevon rezzori foto

One of the pleasures that has the power to unite men regardless of social distinctions, culture or lifestyle is the appreciation of fine literature.  Once again the cosmopolitan city of Florence will host the Festival degli Scrittori, now in its tenth edition.  This three day literary festival, running from 6 – 8 June 2016, will bring famous exponents of contemporary literature closer to the public, via readings, roundtables and theatrical recitals in prestigious locations throughout the city, such as Palazzo Vecchio, Palazzo Strozzi and Basilica Santa Croce.

For the full article, that I wrote in English with Poppy Jackson and Gréta Szabò for the Italian daily newspaper, La Repubblica, clic here.

Uno dei piaceri che accomuna tutti gli uomini senza distinzione di provenienza, pensiero e stile di vita è il saper godere della buona letteratura. Ancora una volta una città cosmopolita come Firenze ospiterà il Festival degli Scrittori, giunto alla decima edizione. Dal 6 all’8 giugno 2016 alcuni dei più conosciuti scrittori a livello internazionale, provenienti da differenti continenti, incontreranno appassionati e lettori nei luoghi più prestigiosi della città, come Palazzo Vecchio, Palazzo Strozzi e la Basilica di Santa Croce.

Per l’articolo completo, che ho scritto in inglese per La Repubblica con le giornaliste Poppy Jackson and Gréta Szabò, cliccate qui.

 

Portraits 2016

Posted on

To enter into the spirit of this post/ Per entrare nello spirito del post: Antonìn Dvoràk, String Quartet N. 12 op. 96, American.

Featuring 30 works painted from life, not photographs, Portraits 2016 will open to the public at Charles H. Cecil Studios (Piazzale Donatello 31, Florence) on Saturday, May 28 and Sunday, May 29 between 1 and 7 pm.

Portraits 2016 comprises 30 portraits in oils by advanced students who are taught according to the atelier tradition in a historic studio designed in the 1870s for artists.

The Charles H. Cecil Studios has an international reputation for portraiture painted using the sight size method, where the artist steps back from the subject, which is depicted to scale in a proportion true to life. (English text by Rosanna Cirigliano in Magenta Florence).

For the full article, that I wrote in Italian for Portale Giovani, Comune di Firenze, click here.

La grande arte del ritratto rivive a Firenze dal 28 al 29 maggio con l’esibizione “Portrait 2016”, ospitata negli Studios di Charles H. Cecil, artista che opera a Firenze da più di un trentennio, considerato uno dei principali esponenti dell’impressionismo contemporaneo americano.

La mostra comprende 30 ritratti ad olio, realizzati dagli allievi di Cecil, tra cui Daisy Sims-Hilditch che partecipa all’edizione 2016 del BP Portrait Award, il più celebre concorso nel campo della ritrattistica pittorica organizzato dalla National Portrait Gallery di Londra.

Tutte le opere esposte sono dipinte con il metodo della Sight Size, la tecnica di pittura dal vero dei soggetti senza ricorso alla fotografia, che richiede freschezza di percezione, attenzione ai dettagli e giusta distanza dal cavalletto, utilizzata dal ritrattista americano John Singer Sargent.

Per l’articolo completo pubblicato nel sito della Città di Firenze in Portale Giovani, cliccate qui.