RSS Feed

Monthly Archives: March 2013

Life in rose

Posted on

As I promised, this is a post dedicated to “La vie en rose“, the italian meeting of romance novel followers in Florence.
Warning! For the high level of sugar contained, be very careful in reading this post.
Come promesso, questo post è dedicato a “La vie en rose“, il convegno fiorentino
dedicato agli appassionati di romance di tutta Italia. Attenzione! Per l’alto contenuto di zuccheri, se ne raccomada una moderata lettura.

pic 1

Last Saturday I woke up feeling very happy and energetic. Finally I would have been able to meet some famous editors and readers.  I’m sure that I wasn’t alone at dreaming of that day for so long.
Sabato scorso mi sono svegliata in ottima forma: finalmente avrei incontrato tante persone legate al mondo dell’editoria!
Sono sicura di non essere stata la sola ad attendere con ansia questo momento.

oic 2

I wore a dress that I bought the day before, in a last minute shopping session.
Ho indossato un outfit, comprato il giorno prima in una sessione di shopping last minute.

pic 3

The location was the beautiful Hotel Astoria, right in the center of Florence, a medieval building with rooms decorated with frescoes and classic sculptures.
Il luogo dell’appuntamento era lo stupendo hotel Astoria, una costruzione medievale, situata al centro della città e ricca di affreschi e di sculture classiche.

pic 4

I met other writers, like me, and some voracious readers…like me.
It was beautiful finding so many women sharing my same interests and my dreamy attitude to life.
Lì ho incontrato altre scrittrici come me e tante lettrici voraci…come me.
E’ stato meraviglioso conoscere  tante persone con i miei interessi e la mia abitudine di avere sempre la testa tra le nuvole.

cc

There were many important writers who talked about their works and inspiration. Some of them, Ornella Albanese, Mariangela Camocardi, Miriam Formenti, had books
published 30 years ago and they wrote 20 or 30 up until now. Enviable, don’t you think?
C’erano parecchie scrittrici che hanno parlato del loro lavoro e di come prendano l’ispirazione per le loro storie. Alcune di loro, Ornella Albanese, Mariangela Camocardi, Miriam Formenti,
pubblicano libri da trent’anni e hanno l’invidiabile primato di aver scritto  dai venti ai trenta romanzi.

pic 8

Then there was the lunch break. I was so hungry that I ate pasta and tiramisu for two.
All’ora del buffet ero così affamata, che ho divorato pasta e tiramisù per due.

pic 6

Afterwards we met some editors, who work for Emma books, Mondadori, Leggereditore, Piemme etc., who told us what readers look for is love and romance. Who could disagree?
Quindi c’è stata la presentazione degli editori, che lavorano per Emma books, Leggereditore, Piemme ecc.,  che ci hanno spiegato che ciò che attrae di più i lettori è amore e romanticismo. Poteva essere differente?

pic 7

Before leaving there was a ball with the Renaissance dancer group “L’Aura” di Castellina.
Under their direction we danced like those in Lorenzo il Magnifico’s court.
Prima di congedarci il gruppo di ballo storico “L’Aura” di Castellina si è esibito e ci ha trascinato nelle danze, dandoci la sensazione di essere  alla corte di Lorenzo il Magnifico.cind 11

Then I went back to my daily life, but before going sleeping I looked at the stars thinking that “A dream is a wish your heart makes”!
Solo allora ognuno è tornato alle faccende quotidiane, ma prima di andare a letto, mi è venuto spontaneo guardare le stelle e pensare che “I sogni son desideri”!

Advertisements

Strike the pose

Posted on

20130302_121843

20130302_121924

20130302_121936

Some days ago I was taking a stroll in the center when I saw a photographic set with two models, dressed by the italian brand Falconeri.
After they finished the fashion shooting, I was brave enough to ask them to pose for me too.
They were so sweet and accepted, allowing me to take my first fashion pictures.
It’s amazing how they kept on being poised and smiley during my goofy takes.
When I left I started thinking how much I can learn from their job.
Could life be easier if I remember to strike a pose and smile when everything around me is messing up?
There are tons of self help books that suggest to fake calm and happiness to start feeling them.  Isn’t the same lesson that Mary Poppins taught to Jane and Michael when she fed them “a spoon
full of sugar”? So I made my decision.

Dear son, next time you’ll start crying and kicking around without a reason in the middle of the crowd, know that your Mom will just follow Madonna’s steps in Vogue.

1st Ps. Dear boss, you’ll have the same reaction when you’ll ask me to do the work of three others.
2nd Ps. Sorry, girls, I don’t have the model’s number…
Qualche giorno fa mentre passeggiavo in centro, mi sono imbattuta in un set fotografico, con due modelli che indossavano abiti del brand italiano Falconeri.
Quando hanno finito di posare, sono stata tanto incosciente da chiedere loro di posare anche per me.
Inaspettatamente hanno accettato, dimostrandosi estremamente cordiali e carini,  e permettendomi di vivere la mia prima volta da fotografa di moda.
E’ stato strabiliante vedere come si mantenevano professionali e sorridenti, nonostante le mie goffe indicazioni. Tornata a casa, ho pensato a quanto posso imparare dal loro lavoro.
La vita non sarebbe più facile, se mi ricordassi di mettermi in posa e sorridere quando tutto attorno scoppia il caos?  Ci sono decine di manuali che assicurano che far finta di essere calmi e felici aiuta a esserlo davvero e pure Mary Poppins lo diceva  a Jane e a Michael, quando li “rimpinzava” di zucchero.
Così sono arrivata a una conclusione.

Caro figlio, la prossima volta che inizierai a strillare e a tirare calci in mezzo alla folla, senza alcuna ragione, sappi che tua madre si comporterà come Madonna in Vogue.

Primo ps. Caro capufficio, se mi chiederai di lavorare per tre, avrai la stessa reazione.
Secondo ps. Mi dispiace, ragazze, ma non ho il numero di telefono del modello.